Capitello a Longare – “Non solo schei ma anca Capitei”


Il 7 ottobre 2017 in via Fogazzaro a Secula di Longare è stato inaugurato il nuovo capitello offerto alla Chiesa di Longare dall’impresa Calligione, alla presenza del Parroco Don Sigfrido, del Sindaco dott. Fontana e degli assessori.

 

Capitello-Longare-intervento

 

 Il geom Silvano Calligione ha voluto così ricordare lo spirito dell’iniziativa:

 

“Ringrazio il parroco, il sindaco, tutti i membri della giunta e tutti i numerosi presenti per essere qui a vedere realizzato un piccolo sogno”

 

L’idea è nata vedendo nel giardino di mio nipote Daniele il bel recupero di una statua della Madonna in pietra tenera che era appartenuta a mio fratello Emilio.
Da lì ho pensato\sognato di poter edificare un capitello qui a Longare con una statua della Madonna. Quindi ho portato personalmente da Medjugorje questa bella statua e, grazie all’aiuto ed alla generosità di tante brave persone, si è potuto arrivare oggi alla sua inaugurazione con relativa benedizione.

 

Capitello-Longare-preghiera

 

Noi abbiamo costruito questo capitello per rendere omaggio alla Madonna che voi tanto venerate qui a Vicenza ed a cui avete dedicato quella bella basilica di Monte Berico da cui si gode un magnifico panorama!
Il 7 ottobre, noi ricordiamo la festa della Madonna del Rosario il cui nome è legato a delle grandi battaglie del passato che hanno permesso all’Europa di respingere l’assalto delle truppe musulmane dell’Impero Ottomano.
In particolare la battaglia di Lepanto nel 1571. In quell’occasione il Papa ha sollecitato tutti i cristiani a dire il rosario e gli stessi soldati erano armati da una parte con la spada e dall’altra con l’arma del Rosario.
Sono riusciti ad ottenere delle strepitose vittorie sia a Lepanto che nell’assedio di Vienna cent’anni dopo; battaglie, queste, che hanno permesso all’Europa di restare Cristiana e libera dal predominio ottomano.
La chiamavano per questo la Regina delle Vittorie successivamente variato in “la Regina della Pace”.
Da quella terra Benedetta di Medjugorje ho portato questa statuetta, questa immagine della Madonna della Pace.
Nell’immagine che voi  vedete qui nel capitello, nel suo volto, vediamo riflessi i sentimenti di tutte le nostre mamme: dolcezza, tenerezza, amore e anche sacrificio ed eroismo, ma quello che più mi ha colpito a Medjugorje è un’espressione che tutti noi figli vorremmo sentire dalle nostre mamme:

 

“Se voi sapeste quanto vi amo piangereste dalla gioia”

 

Ed allora qui permettetemi di dire questa preghiera che mi è stata suggerita:
“Con l’audacia che nasce dalla confidenza in Lei, ci viene spontaneo dire  – Monstra te esse matrem nostram –  di essere mamma di ciascuno di noi. Come nostra madre ti chiediamo fiduciosi di stampare nelle nostre anime queste tue bellissime parole d’amore, dona la pace e la serenità nei nostri cuori; donaci la gioia di vivere felici in ogni momento della vita sotto il manto della tua protezione e della tua grazia.”

 

Di seguito alcune foto scattate durante l’evento

 

Capitello-Longare-vista
Capitello-Longare-lettura
Capitello-Longare-illuminato
Capitello-Longare-discorso-parroco
Capitello-Longare-discorso
Capitello-Longare-Benedizione
Capitello-Longare
Capitello-Longare-foto
Arrow
Arrow

 

 Ringraziamo infine tutte le Ditte che hanno partecipato alla realizzazione del Capitello